COMMISSIONE URANIO: “OMICIDI DISASTRI VERITA’ E GIUSTIZIA” – RELAZIONE FINALE DELL’ON. MAURO PILI

COMMISSIONE URANIO: “OMICIDI DISASTRI VERITA’ E GIUSTIZIA” – RELAZIONE FINALE DELL’ON. MAURO PILI

“Alle tante vittime di uno Stato che ha divelto a colpi di omissioni e silenzi il patto di lealtà con i propri servitori.
Ai figli di questa terra che hanno perso la vita senza giustizia.
A quei Popoli che attendono giustizia e a coloro che hanno smesso di lottare accontentandosi di un tozzo di pane in cambio della vita e della salute.
A chi attende un gesto di riconciliazione nel segno dei diritti e della giustizia.
A chi sogna un ambiente proteso alla vita e non alla morte.
A coloro che faranno di tutto per non far spegnere questa flebile ma insistente fiammella di speranza.”

Inizia così la relazione presentata dal deputato sardo Mauro Pili nel corso della conferenza stampa svoltasi oggi presso la Camera dei deputati. Un documento di oltre 900 pagine suddiviso in tre parti, contenente documenti e fotografie che fanno emergere – secondo lo stesso Pili – “un quadro inquietante in cui i vertici dello Stato hanno palesemente messo in essere comportamenti elusivi funzionali ad omettere dirette responsabilità e anzi, con grave irresponsabilità, cagionavano, con silenzi e omissioni, rischi e pericoli per i militari e i civili coinvolti sia nelle missioni estere che nelle esercitazioni nell’ambito dei poligoni militari italiani.”

“Sarebbe stato doveroso – scrive Pili – porre al Capo di Stato Maggiore della Difesa all’epoca dell’invio dei primi contingenti nei Balcani alcune fondamentali domande:

1) Era il capo di stato maggiore della Difesa a conoscenza delle comunicazioni dei vertici Nato e americani sui pericoli che avrebbero corso i militari italiani nelle aree interessate all’intervento italiano nei Balcani in seguito dell’utilizzo di munizioni all’uranio impoverito e connesse conseguenze ambientali?

2) Il Capo di Stato Maggiore della Difesa aveva partecipato alla Conferenza del 31 agosto 1995 nel quartier generale della Nato a Napoli Leighton Warren Smith Jr. , ammiraglio a quattro stelle della Marina degli Stati Uniti, nella quale venne annunciata la duplice Operazione Deliberate Force nel 1995 a base di uranio impoverito?

3) E soprattutto il capo di stato maggiore della Difesa aveva informato il Ministro di allora on. Sergio Mattarella delle comunicazioni intervenute sia con gli Stati Uniti d’America e la Nato relativamente ai rischi in quelle aree e le valutazioni dei servizi interni italiani dedicati alle valutazioni ambientali nelle aree di intervento italiano?

4) Chi ha fornito le notizie al Ministro della difesa di allora, che le ha riferite assertivamente nelle aule parlamentari, circa l’assoluta sicurezza delle aree di operazione italiana nei Balcani?

Quesiti che obbligano, in sede inquirente, ad una ricostruzione dei fatti a partire dalle affermazioni omissive e negazioniste che pronuncia il primo ministro investito del problema e coinvolto direttamente nell’invio delle truppe nei Balcani e in Kosovo in particolar modo, l’on. Sergio Mattarella. …”.

Agenparl ha deciso di  pubblicare integralmente la relazione dal significativo titolo “OMICIDI DISASTRI VERITA’ E GIUSTIZIA RELAZIONE FINALE ON. MAURO PILI” lasciando all’attento lettore ogni valutazione e commento.

RELAZIONE – PARTE PRIMA

RELAZIONE – PARTE SECONDA

RELAZIONE – PARTE TERZA

You must be logged in to post a comment Login